Zacchera Hotels

News

ZACCHERA HOTELS ART DIVISION PRESENTA: “SETTANTA CENTIMETRI PER CENTO” – “CARTE DEL CIELO E DELLA TERRA” DI ALFREDO RAPETTI MOGOL – HOTEL SPLENDID – BAVENO

L’hotel Splendid ospiterà la mostra “Settanta centimetri per cento” – “Carte del Cielo e della Terra”, una collezione di opere dell’artista poeta, compositore, figlio d’arte e personalità poliedrica nel mondo internazionale dell’arte contemporanea. L’esposizione che inaugura venerdì 1 giugno sarà visibile fino al 30 ottobre. Alfredo Rapetti Mogol È un paroliere e pittore italiano. È nipote e figlio d’arte: il nonno, Mariano, è stato il paroliere di canzoni come Vecchio scarpone e Le colline sono in fiore, mentre il padre Giulio, in arte Mogol, anch’egli paroliere, è diventato celebre grazie al sodalizio artistico con Lucio Battisti. Nel 1983 è diventato paroliere con la canzone Il chitarrista, cantata da Ivan Graziani. Dopo aver lavorato con i fratelli Gianni e Marcella Bella, ha composto numerose canzoni di Raf (Il battito animale, Due). Nel 1994 inizia la collaborazione con la cantante romagnola Laura Pausini, per la quale ha composto Strani amori (classificatasi al terzo posto al Festival di Sanremo 1994), Incancellabile e E ritorno da te. Ha lavorato tra gli altri anche con Adriano Celentano, Mina, Divo, Carlos Santana, The Corrs, Gilberto Gil, Ron e Marco Carta. È docente alla Fondazione Industria Milano – New York ed al CET (Centro Europeo di Toscolano) gestito dal padre Mogol. Oltre ad essere paroliere, è anche pittore. Numerose sono state le mostre personali e collettive che lo hanno visto protagonista. Il suo curriculum annovera mostre personali alla Fondazione KMG di Berlino; alla Fondazione Ideazione di Roma; a Villa Olmo di Como; all’Albergo delle Povere di Palermo; alla Certosa di San Lorenzo di Padula; alla Galleria Maretti di Montecarlo e alla Ca’ D’oro di Roma. Fra le collettive si ricordano: Grand Palais di Parigi; MAR’S di Mosca; Palazzo Strozzi a Firenze; Museo per l’Arte Straniera di Riga; Salone D’Autunno a Parigi; Museo Permanente di Milano; Biennale di Venezia 2007. Si è aggiudicato alcuni importanti premi: 1999 e 2003: premio ASCAP per le canzone più suonate in America; 2005: Grammy Latino; 2006: Grammy Americano come “”Best Songwriter”” per il disco Escucha di Laura Pausini.