Zacchera Hotels

News

Il Lago Maggiore è una destinazione ecosostenibile

Baveno, che ospita quattro delle più importanti strutture aderenti al progetto “Lago Maggiore Green Meeting”, lancia la sfida “Baveno Eco Challenge”. Sabato 6 aprile si è tenuta la presentazione del progetto.

Terrazza fiorita sul Golfo Borromeo e crocevia nei secoli di viaggiatori illustri, Baveno – cittadina di 4.969 abitanti della provincia del Verbano Cusio Ossola, situata sulla sponda occidentale del Lago Maggiore – ha saputo conservare la sua anima legata alla tradizione estrattiva del granito sviluppando anche una profonda dedizione all’accoglienza turistica. La sua storia diventata memoria collettiva, il suo paesaggio, ambientale e urbano, un tesoro da preservare. In questo splendido scenario naturale, in cui l’amore e il rispetto dell’ambiente incontra in ogni stagione estiva l’allegria e la partecipazione dei turisti italiani e stranieri, da quasi 10 anni il tema della raccolta differenziata rappresenta, per la cittadinanza di Baveno, un valore ed esempio importante da seguire e trasferire anche alle nuove generazioni.

Qui è nato il “Baveno Eco Challenge”, una sfida collettiva promossa dal Comune di Baveno che coinvolgere, per diversi mesi, tutti i suoi concittadini in un impegno al contempo civico e ludico, per concludersi a settembre con due eventi di portata internazionale. Un’avventura sociale che mira a sensibilizzare abitanti e turisti sul tema della raccolta differenziata, trasformando il rifiuto in risorsa. L’obiettivo è quello di attivare una prospettiva di gruppo e di sinergia locale che possa mostrare, anche a tutti i turisti (circa 500 mila presenze nella stagione 2012), come sia possibile promuovere misure per la riduzione dell’inquinamento e degli sprechi delle risorse.

Fino ad agosto, la cittadinanza potrà aderire al progetto raccogliendo bottiglie di plastica da un litro e mezzo con cui strutturare le zattere ecologiche.
Successivamente, domenica 1 settembre si terrà la “BAVENO ECO RACE”, le zattere ecologiche si sfideranno sullo specchio d’acqua del golfo di Baveno, mentre domenica 8 settembre, i moduli delle zattere verranno ri-utilizzate per costruire un ponte galleggiante di almeno 100 metri di lunghezza teso tra due approdi sul lungolago, il “BAVENO ECO BRIDGE”. Il ponte pedonale transitabile più economico, leggero e lungo del mondo, costruito con materiale riciclabile e a costo zero con l’obiettivo di vincere il “Guinnes World Records”.

Un motivo in più per scegliere una delle strutture situate a Baveno – Grand Hotel Dino, Hotel Simplon, Hotel Splendid, Residence Carl&Do – che aderiscono al progetto “Lago Maggiore Green Meeting” per organizzare appuntamenti all’insegna della eco-sostenibilità.
Il Lago Maggiore si afferma così come la prima destinazione congressuale “sostenibile” presente sul mercato italiano ed elvetico con quattro strutture, due delle quali, Hotel Splendid e Hotel Simplon, a Baveno appunto, con registrazione EMAS, importante certificazione ambientale riconosciuta a livello comunitario, e due in dirittura d’arrivo, risultato raggiunto nell’ambito del progetto Interreg “Incontrarsi senza confini