Zacchera Hotels

Turismo

  • 2407_Mottarone2001

    MOTTARONE – LA MONTAGNA DEI DUE LAGHI

    La montagna dei due laghi”, così è chiamato il Mottarone, per la sua particolare posizione da cui si può godere di un panorama davvero suggestivo, che abbraccia sia il Lago Maggiore che il Lago d’Orta.
    Al tempo dei pionieri, il monte era accessibile da Stresa, soltanto a piedi, utilizzando le vecchie mulattiere degli alpigiani.
    Nel 1911 arrivò poi la ferrovia, la prima construita in Italia con cremagliera e trazione elettrica costruita in Italia. Nel 1964 la ferrovia fu chiusa, tuttavia , il Mottarone non è mai stato così facilmente raggiungibile come oggi: è possibile infatti arrivare alla cima sia in automobile che utilizzando la funivia in patenza dal lido di Stresa, dalla quale, lungo il tragitto, si gode di una splendida e suggestiva vista.

  • 2444_Panoramica_su_Val_d'Ossola_-_Giancarlo_Parazzoli

    VAL D’ OSSOLA

    Il fascino della natura nella più grande area selvaggia d’Europa; l’orgoglio di un passato ricco di storia e tesori artistici; la passione per le attività tradizionali, le feste antiche e i cibi genuini. La Val d’Ossola, estrema punta del Piemonte verso la Svizzera, ha una schietta e silenziosa bellezza che conquista al primo sguardo…

    Varia e pittoresca, ricca di valli, altopiani, laghi, cime e ghiacciai l’Ossola è una terra stupenda, che può soddisfare sia l’escursionista appassionato della natura che l’alpinista amante delle altezze vertiginose. E’ famosa per le sue rocce e per i minerali, compreso l’oro, un tempo estratto dalle miniere, e per le acque minerali. La vegetazione è ricchissima, favorita da un clima particolarmente adatto allo sviluppo di boschi di latifoglie e di conifere, oltre che di estesi pascoli che, in primavera ed estate, si colorano di mille specie di fiori. Compresa nel bacino dei fiume Toce, che la percorre per intero, dalle sorgenti alla foce nel Lago Maggioresi articola in sette valli: AnzascaAntronaBognancoDivedroAntigorio-Formazza, Isorno e Vigezzo, a cui si aggiunge la Val Grande. L’ambiente di queste valli si é conservato dei tutto incontaminato da ogni forma di inquinamento, al punto che una considerevole porzione dei territorio ossolano é stata destinata alla istituzione dei Parchi Naturali dell’Alpe Veglia e Devero e dei Parco Nazionale della Val Grande, la più vasta area “wilderness” d’Italia. Ma quasi tutta l’Ossola é un parco naturale spontaneo, perché anche queste valli hanno dovuto fare i conti con lo spopolamento e l’abbandono e proprio per questo si propongono all’escursionista come terre sorprendentemente intatte dal punto di vista naturalistico ed architettonico.

    Visitate l’Ossola virtualmente sfogliando questo sito che vi propone le più belle immagini del territorio. Nella sezione sport trovate tutte le informazioni necessarie per vivere l’Ossola praticando gli sport tradizionali della montagna.

  • 2408_Panorama

    PARCO NAZIONALE VAL GRANDE

    L’AREA WILDERNESS PIU’ GRANDE D’ITALIA

    La Val Grande, parco nazionale dal 1992, a soli 100 chilometri da Milano, apre il suo sipario a coloro che vogliono immergersi in un’atmosfera del tutto particolare. Teatro di vicende storiche che hanno visto l’uomo attraversarla e viverla in modo intenso, oggi questo lembo di terra è privo di insediamenti stabili, strade asfaltate e di altre infrastrutture moderne: è l’area selvaggia più vasta delle Alpi. Rimangono i segni e le tracce del passato e chilometri di sentieri da percorrere nuovamente con curiosità e attenzione. Qui i raggi del sole penetrano nelle fitte faggete e fanno scintillare le acque cristalline dei numerosi torrenti che attraversano la valle. Un piccolo mondo da scoprire da soli o ascoltando qualcuno che lo sa raccontare.

  • 2447_472x287

    VALLE VIGEZZO

    La Valle Vigezzo è costituita da un amplissimo altopiano, boschi, prati, laghi alpini, tradizioni e cultura… poche parole per descrivere una delle più belle vallate alpine, la Valle Vigezzo, naturale congiunzione tra il Passo del Sempione ed il Gottardo, splendida balconata sulla catena del Monte Rosa. Tanto sole e tanta neve, con 15 km. di piste per lo sci di fondo e facili discese con ski-lift a fondovalle (800 mt. slm.), sciovie in quota portati da una funivia (1700-2000 mt. slm.) con diverse piste impegnative, sia battute che in neve fresca per emozionanti gite di sci alpinismo. Ristoranti tipici e scuole di sci di ogni grado per i meno avventurosi. A fondovalle si possono trovare impianti con piste di pattinaggio e lezioni di sci di fondo con noleggio di attrezzature al “Centro del Fondo” in Santa Maria Maggiore. In estate si possono esercitare sport quali l’equitazione, nella maniera più classica oppure suggestive gite di turismo equestre. Campi da tennis, da calcio, un percorso “vis sana” immerso nel verdi boschi, una palestra di roccia facilmente raggiungibile, possibilità di esercitare il parapendio e volo con deltaplani, una modernissima piscina e tanti sentieri tra una natura incontaminata e un paesaggio unico per esercitare passeggiate di trekking. La Valle Vigezzo è anche chiamata Valle dei Pittori, per una antica tradizione di artisti locali che nei secoli addietro hanno portato per il mondo la bellezza di questi luoghi

  • MACUGNAGA E LA VALLE ANZASCA

    Luogo segnato dalla civiltà portata dal 13° secolo dai “Walser” coloni rurali arrivati dalla vallata di Saas sul versante svizzero della montagna. Lo spettacolo più suggestivo è offerto dalla natura: la maestosa parete Est del Monte Rosa una delle vie più impegnative ed affascinanti per gli alpinisti.  
    info: +39 0324 65119

  • 2446_ValleAntronaLagoAlpedeiCavalli-vi

    VALLE ANTRONA

    Il Parco Naturale della Valle Antrona  viene consigliato a coloro che amano la tranquillità, i paesaggi selvaggi, i luoghi incontaminati quasi fermi nel tempo,  i laghi alpini, l’armonia, le feste di paese, la buona cucina e la cordialità. Punto strategico per visitare anche il Lago Maggiore con le isole Borromeo, la vicina svizzera (Briga e Locarno) e le altre valli laterali dell’Ossola. Non importa se tu in qualità di turista tornerai a farci visita, ma sicuramente la Valle Antrona sarà riuscita a regalarti dei momenti indimenticabili che rimarranno nel tuo cuore per sempre.

  • 2321_cascata

    CASCATA DEL TOCE E VAL FORMAZZA

    La Valle di Pomatt, questo il nome nel dialetto Walser, presenta un ambiente tipico dell’alta montagna: grandi boschi di conifere, prati e pascoli, giogaie e ghiacci, laghetti alpini. Ma è l’ambiente umano che la rende diversa: le scure case di legno, l’antico dialetto germanico, una storia contrassegnata da peculiarità etniche. Nel piano di Canza si può godere della spettacolare visione della Cascata del Toce, definita la più bella delle Alpi, alta 143 m con un fiocco d’acqua alla base di 60 m.
    Info: +39-0324-63059

  • 2439_Lago_delle_Streghe_Alpe_Devero

    ALPE DEVERO E LA VALLE ANTIGORIO

    Questa bellissima valle corre parallela al Parco dell’Alpe Veglia-Devero, area protetta di 10.500 ettari, fitta di larici, ontani, abeti, popolata da lepri bianche, ermellini e camosci. Le meraviglie dell’Antigorio sono: Baceno con la splendida chiesa di San Gaudenzio, che risale al XII secolo, le “marmitte dei giganti” di Croveo e Maiesso e gli orridi di Uriezzo e Balmasudra, profonde e tortuose cavità scavate nella roccia dall’azione millenaria di ghiacciai e torrenti.
    info: +39-0324-72572