Zacchera Hotels

Turismo

  • 2405_coro_santagiuliana_sternigo_gita_stresa_2009_31

    ISOLA SUPERIORE O DEI PESCATORI

    L’Isola dei Pescatori, detta anche Isola Superiore per la posizione più a nord rispetto alle altre isole del golfo, è sicuramente la più pittoresca delle Isole Borromee, nonchè l’unica a essere stabilmente abitata. Il suo piccolo e antico borgo si caratterizza per gli stretti vicoli su cui spiccano le tipiche abitazioni a più piani, con lunghi balconi adibiti all’essiccamento del pesce; gli abitanti dell’isola vivono, infatti, principalmente di pesca e di turismo.

    Il suo inconfondibile e suggestivo profilo è contraddistinto dall’aguzzo campanile dellaChiesa di San Vittore che spunta sui tetti rossi delle case e la sua riva è sempre occupata dalle piccole barche dei suoi cinquanta residenti. La suggestione aumenta alla sera, quando l’intera isola viene avvolta da un’armoniosa illuminazione che la trasforma in un vero e proprio quadro vivente, specchiato nelle docili acque del Lago Maggiore.

  • 1709_DSC_0006

    ISOLE BORROMEO: ISOLA BELLA E ISOLA MADRE

    L’Isola Bella fa parte dell’arcipelago delle Isole Borromee; a circa 400 metri al largo di Stresa, è raggiungibile in pochi minuti di battello dagli imbarcaderi di Verbania, Baveno, Stresa e Arona.

    L’isola è una vera e propria perla naturale che la mano dell’uomo ha reso ancora più preziosa; da sempre è una delle mete preferite nella zona del Lago Maggiore e destinazione irrinunciabile per tutti coloro che vogliono godere di un panorama dall’indescrivibile fascino.

    A dominare l’isola il suo bellissimo palazzo barocco, affiancato da un lussureggiantegiardino all’italiana alto 37 metri e disposto su dieci terrazze discendenti. Sono aperte alla visita numerose aree del palazzo: sale riccamente allestite e lussuosi saloni arricchiti con inestimabili opere d’arte.

    L’Isola Madre è la più grande delle tre isole del Golfo Borromeo e la più caratteristica di tutte.  Il suo palazzo è allestito con arredi provenienti da dimore storiche della famiglia Borromeo e si caratterizza per le sue stanze bellissime, come la Sala delle Bambole, la Sala delle Stagioni e quella dedicata al Teatrino delle Marionette.

    L’atmosfera che si respira in questo luogo incantato è quasi magica: un immenso giardino di piante rare e fiori esotici, in cui vivono in libertà pavoni, pappagalli e fagiani, ricrea l’incantevole fascino di una terra tropicale. Il giardino all’Inglese dell’Isola Madre, realizzato nei primi anni dell’Ottocento, ospita una flora sorprendente e difficilmente reperibile in altri luoghi, in un terreno ampio quasi otto ettari.

  • 2359_maggiores_02

    EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO

    Abbarbicato su uno strapiombo di parete rocciosa a picco sul lago, l’Eremo di Santa Caterina del Sasso é senza dubbi uno tra gli scenari più suggestivi del Lago Maggiore.

    Alla Chiesa si accede attraversando un portico formato da quattro archi a tutto sesto, d’impronta rinascimentale. L’edificio attuale ha una struttura davvero singolare, frutto della fusione di tre cappelle, che erano originariamente distinte e che sono sorte in epoche differenti. Numerosi sono i cicli pittorici presenti all’esterno e internamente alla chiesa, che coprono un periodo che va dal XIV° al XIX° secolo. Arte e storia si integrano splendidamente in un quadro naturale tra i più suggestivi, quasi una balconata che si protende verso il golfo borromeo, Stresa e le isole