Zacchera Hotels

Turismo

  • 3673_Il_Castello_Visconteo_di_Vogogna_-_ph

    IL CASTELLO VISCONTEO DI VOGOGNA:UNA STAGIONE RICCA DI EVENTI

    Inaugurata il 31 marzo la nuova stagione turistica per il Castello di Vogogna, che dall’alto domina l’intero vecchio borgo e ne costituisce un indiscutibile riferimento. Molti gli eventi previsti all’interno delle mura…La struttura architettonica della fortificazione è semplice, a pianta irregolare, come tutti i castelli alpini che dovevano adattare la costruzione alle caratteristiche morfologiche del sito.Una visita a questa splendida fortificazione è davvero d’obbligo, anche più di una volta: sarà facile scoprire un particoalre in più, un angolo inesplorato, un nuovo e affascinante punto d’osservazione sulle montagne circostanti. Se questo non dovesse essere sufficiente, all’interno della struttura sono numerosissime le iniziative che arricchiranno la stagione in corso: convegni, cene ed aperitivi artistici, concerti e mostre, solo per citare alcuni esempi. Nel sito ufficiale del Comune di Vogogna potrete trovare tutte le manifestazioni in programma al Castello.
    Da subito però vi consigliamo di non perdere tre mostre davvero interessanti:

    • INSECTA: una serie di gigantografie ad altissima risoluzione composta dalla collezione entomologica del Museo di Scienze Naturali di Torino (aperta fino al 28 ottobre)
    • Mostra permanente “IL SOLDATINO DI PIOMBO” composta da figurini storici dal V al XXI secolo (aperta fino al 28 ottobre)
    • “GIULIO CONIGLIO E ALTRE STORIE” Esposizione di tavole originali di Nicoletta Costa. Dal 31 marzo al 30 giugno. Verranno organizzati laboratori didattici e letture ad alta voce.
  • 2385_2011-64-Festival-del-film-Locarno-anteprima-400x190-444307

    64° FESTIVAL DEL FILM LOCARNO

    Un evento di spicco

    Lungo i suoi 64 anni di storia, il Festival del film Locarno ha saputo conquistarsi un posto unico nel panorama delle grandi manifestazioni cinematografiche. Ogni anno, ad agosto, la cittadina svizzero-italiana di Locarno, situata nel cuore dell’Europa, diventa per undici giorni la capitale mondiale del cinema d’autore. Migliaia di amanti e professionisti della settima arte si danno appuntamento qui per fare nuove scoperte e condividere una passione per il cinema in tutte le sue poliedriche espressioni. Locarno offre una programmazione di qualità, ricca, eclettica, sorprendente, dove talenti emergenti camminano fianco a fianco con ospiti di prestigio. Ma è il pubblico la vera anima del Festival, come mostrano le celebri proiezioni in Piazza Grande che ogni sera accoglie nel suo magico scenario una platea di 8.000 spettatori. Geograficamente situato al crocevia di tre grandi culture europee (italiana, tedesca e francese), con il suo vasto pubblico multiculturale, il Festival del film Locarno rappresenta un trampolino di lancio unico per nuovi film provenienti da tutte le parti del mondo. Appuntamento irrinunciabile per i professionisti del settore e tappa fondamentale nel calendario dei festival, Locarno rappresenta uno spazio d’incontro molto prezioso, un’occasione per scovare i talenti di domani da un’avvincente selezione di prime mondiali, ed esplorare le nuove tendenze del cinema contemporaneo.

    Lo spazio dedicato al Festival dai media è degno di un evento tanto prestigioso. Le più importanti testate giornalistiche di tutto il mondo come Le Monde, Libération, La Repubblica, Die Welt, El Pais, The Guardian, The Independent, la stampa specializzata come Screen International, The Hollywood Reporter, Variety, Le Film français, Les Cahiers du cinéma, Sight and Sound, e naturalmente l’intera stampa svizzera danno ampio risalto all’evento.

  • 2182_logo

    STRESA FESTIVAL – SETTIMANE MUSICALI DI STRESA E DEL LAGO MAGGIORE

    Le Settimane Musicali di Stresa sono nate nel 1961 per iniziativa di Italo Trentinaglia de Daverio, nobile avvocato veneziano, spinto ad occuparsi di musica non da interessi personali ma perché sempre vissuto a contatto con la musica: il padre Erardo era infatti organizzatore musicale, direttore generale del Teatro alla Scala a Milano, sovrintendente del Teatro La Fenice a Venezia e compositore.  La famiglia Trentinaglia possedeva una villa a Stresa, dove convenivano spesso musicisti e autori, tra i quali Arturo Toscanini, Umberto Giordano e Gianandrea Gavazzeni, tutti attirati dalle bellezze naturali del Lago Maggiore.

    Dal 1999 il Festival ha assunto la nuova denominazione di “Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore”; fra le località coinvolte risalta l’incantevole Eremo di Santa Caterina del Sasso, ove ogni anno, per il prologo del Festival, vengono eseguite le Suite per violoncello solo di J. S. Bach. Nuove sedi concertistiche sono anche l’Auditorium “La Fabbrica” di Villadossola, il Castello Visconteo di Vogogna, la Rocca Borromeo di Angera, Villa Ponti ad Arona, Villa San Remigio e la Chiesa Madonna di Campagna a Verbania, la Chiesa Vecchia di Belgirate e la Basilica di San Giulio ad Orta. Dal giugno 2000 le Settimane Musicali hanno un nuovo direttore artistico: Gianandrea Noseda, giovane direttore che ha raggiunto in breve tempo una solida posizione nel panorama internazionale. Vecchi e nuovi direttori, solisti, complessi sinfonici e cameristici continuano il cammino tracciato oltre quarant’anni fa, all’interno dello stesso coerente itinerario e ad esso sempre fedele, lungo quella linea ascensionale che nel mondo dell’arte appare senza confini e si perde nell’ideale infinito di goethiana memoria.